L’intervento di asportazione delle tonsille in età pediatrica

DSC00442 

La tonsillectomia costituisce uno degli interventi più comunemente praticati dallo specialista Otorinolaringoiatra.

Normalmente  viene effettuato in anestesia generale, con ricovero di un giorno (in regime di one day surgery) e ha una durata di circa 25-30’.

Si raccomanda di effettuare l’intervento in ospedali che garantiscano un’adeguata assistenza postoperatoria e, nel caso di pazienti pediatrici,  che siano dotati di un’unità di terapia intensiva in grado di assisterli 24h su 24h.

Le complicanze più frequenti dell’intervento sono il  dolore e il rischio di sanguinamento,  entrambe possibili  fino alla completa guarigione della ferita, mediamente 10-15 giorni dopo l’intervento

Per ridurre i fastidi al piccolo paziente e minimizzare il rischio del sanguinamento, alla dimissione viene impostata una terapia domiciliare che comprende un antibiotico a largo spettro per almeno 8-10 gg e paracetamolo ogni 8 ore per circa 6-7 gg.

A questa terapia si aggiungono le istruzioni dietetiche, molto importanti, che  dovranno preoccuparsi in primo luogo di incoraggiare l’assunzione di liquidi, che andrà ripresa non appena possibile in modo da prevenire il rischio di disidratazione così come l’assunzione di una dieta morbida a temperatura ambiente con pasti frazionati ma frequenti nel tentativo di limitare il dolore alla deglutizione.

E’ sempre opportuno un controllo dal chirurgo 8-10 giorni dopo l’intervento per verificare che il processo di guarigione stia avvenendo correttamente.

 

Consigli pratici:

–       La tonsillectomia è l’intervento eseguito più frequentemente in età pediatrica;

–       Deve essere eseguito solo se necessario e in strutture con un’adeguata assistenza post-operatoria;

–       La tecnica chirurgica che garantisce il migliore risultato con il minor rischio di complicanze è quella tradizionale;

–       Il dolore postoperatorio è quasi obbligato e, di solito, aumenta con l’aumentare dell’età del paziente;

–       Per ridurre i sintomi e la probabilità di complicanze alla dimissione vengono consigliate una terapia e alcune istruzioni dietetiche alle quali i genitori sono pregati di attenersi scrupolosamente;

–       In caso di necessità è sempre consigliabile contattare il chirurgo per un controllo, che deve essere obbligatorio ed immediato in caso di sanguinamento.

 

Be first to comment