Prima della visita dal dottore

DSC00443

In attesa di iniziare con il nostro primo argomento di discussione permettetemi una premessa che, vi assicuro, può cambiare l’esito della visita e l’efficacia della terapia.

Molto importante è il modo in cui tutti, e a maggior ragione i piccoli pazienti, affrontano  la visita medica. Ciò può modificare  in maniera significativa le sensazioni da loro percepite.

E’ sempre molto utile avvertire i bambini in anticipo dell’appuntamento con il dottore, spiegare loro cosa succederà, cercarne la collaborazione attiva e partecipe, chiaramente in relazione all’età, e cercare di creare un buon rapporto medico-genitore-bambino.

A tale riguardo è sempre opportuno che il bimbo venga accompagnato alla visita dai genitori (preferibilmente dalla mamma) o da persone che conoscano molto bene le sue abitudini, partecipino normalmente alla sua vita quotidiana e, infine, che siano a perfetta conoscenza del motivo della visita.

Il primo argomento che discuteremo insieme sarà quello della tonsillite in età pediatrica.

Cercherò di fare un po’ di chiarezza sulla terapia delle forme comuni e sul trattamento della tanto temuta tonsillite da Streptococco di gruppo A.

Le informazioni che vi trasmetterò derivano dal mio costante aggiornamento attraverso le Linee Guida delle nostre società scientifiche più importanti (SIO, società italiana di otorinolaringoiatria e AOOI, associazione otorinolaringoiatri ospedalieri italiani), di quelle ministeriali e dalla pratica clinica: nel nostro ospedale visitiamo giornalmente decine di bambini come visite ambulatoriali, consulenza dagli altri reparti o del pronto soccorso. A questo si aggiunge l’attività chirurgica con all’attivo circa 350 interventi di chirurgia otorino pediatrica.

A presto.

Be first to comment