Vi presento i miei… e me!

Sono Valeria, 33 anni (non sentiti), sarda verace trapiantata a Milano qualche anno fa. Poi è arrivato l’amore e ho sposato Lui e questa città che amo alla follia…

La mia grande passione è la moda, maturata già dai tempi della mia infanzia passata a giocare con “gira la moda”. Creavo tantissimi modelli nelle varianti più possibili di colori e combinazioni e assegnavo loro dei nomi. Infine immaginavo di presentare le mie collezioni al fianco di Valentino che, con il suo classico sorriso mezzo chiuso mi dava una pacca sulla spalla e si congratulava con il nuovo astro nascente dell’ Haute Couture italiana. Poi, per fortuna, il delirio è passato ma il mio gene fashion non mi ha mai abbandonata…

Proprio mai… Neanche alla vigilia della nascita del mio primo figlio, quando ho girato l’intera città alla ricerca di un abbigliamento consono alla degenza in ospedale… una tunica celeste in cotone e seta che lasciava scoperta la spalla destra con molta naturalezza. Ovviamente coordinata alla vestaglia e pantofoline…

Il giorno dopo, appena mi sono ripresa dalla stanchezza e dall’emozione di aver conosciuto il mio bambolotto di 4,2 kg, sono corsa in camera a lavarmi, pettinarmi e dare al mio viso stravolto un po’ di mat lumiere, più che meritato! Stava arrivando mio marito e doveva vedermi al meglio!! Sono una mamma ma soprattutto una donna!!!!

Il mio Filippo, che ora ha quasi 5 anni, è un hooligan iperattivo con la forza di hulk hogan e la faccia d’angelo,     con tanto di capelli biondi e occhioni da cerbiatto celesti…bellissimo, ma si sa, ogni scarrafone è bello a mamma soja…e orgoglio di papà!

IMG_2234                    IMG_2414

Lui, il mio Mister Big (da buona sex&the city addicted) è un omone di oltre un metro e novanta di pazienza e interminabile energia. Il suo motto è telefona et labora. La definizione che più mi piace dargli è: un uomo d’altri tempi, questo perché mi ha colpito fin da subito la sua galanteria, pacatezza, il senso di responsabilità e della famiglia, nonostante la sua giovane età. Eh sì è giovane, proprio come me!!

Ha anche uno spiccato senso della moda, predilige capi e accessori semplici ma raffinati, curati meticolosamente nei dettagli. Fa la stessa analisi anche quando sceglie un regalo per me. Negli anni ho inserito nel suo vocabolario maschile dei nuovi nomi: Yves Saint Laurent, Chanel, Louboutin, Manolo Blanik… inizialmente l’ho visto un po’ impallidire ma quando ha avuto il piacere di conoscere alcune delle loro creazioni ne è rimasto deliziato…

Dopo un paio d’anni di tregua alla mia silhouette è arrivato il momento della seconda gravidanza!!  Quando è arrivato Agosto a regalarmi Niccolò, avevo già trascorso il resto dell’estate a fare acquagym al mare insieme a Filippo, e la sera davo sfogo alla mia creatività mixando maxi camicie bianche chiuse da cinture con fiochi, o altre vezzosità, e pantaloni con la gamba stretta coordinandoli a ciabattine ultrapiatte decorate da swarovsky. Oppure dei jeans skinny abbinati a top di seta stile impero che mettevano in risalto un decolletè che prima di allora non conoscevo…ah, le gioie della gravidanza!!! Ogni tanto azzardavo un sandalo tacco 12 ma, alla fine della serata, mi ritrovavo a tornare a casa scalza con le scarpe in mano…

Niccolò, il mio cucciolo, il mio marshmallow…è la dolcezza in persona, con occhi furbetti e la sindrome del Don Giovanni in fasce! Prima di spegnere la prima candelina era già innamorato della zia (gnocca) e ora si innamora facilmente di tutte le mie amiche… credo che mi darà molto da fare! Mi consolo pensando che tanto alla fine, come dice lui: Mamma ti voio tatto bene! Ti amo tatto tatto!! Della serie, non avrai altro amore all’infuori di me!!

IMG_2355            IMG_2314

L’ultimo, ma non per importanza, membro della famiglia è il nostro cagnolino Cips. Un Jack Rusell di nove anni con ancora il musetto da cucciolo che fa a gara con i miei bambini a chi fa più disastri. E’ sempre stato molto tranquillo, sempre al mio fianco quando non sto bene, sempre sulla mia pancia durante le gravidanze, sempre sotto la culla dei bambini appena nati a fare la guardia…poi le cose sono cambiate quando ha capito che quei due esserini sarebbero rimasti in casa con noi e in qualche modo lo avrebbero spodestato! Da quel momento è nata in lui una protesta silenziosa che si protrae da qualche anno…Durante la notte, mentre tutti facciamo sogni sereni e tranquilli (ogni tanto), lui si aggira nella casa come un membro della banda bassotti e arriva in soggiorno dove, con la mira di un marines, alza la sua zampetta nana e fa pipì sui coprisedia bianchi immacolati del tavolo da pranzo.

IMG_3447            IMG_0110

Ovviamente, per ripicca io non gli passo più porzioni generose di cibo quando viene a elemosinare mentre mangiamo!

Finchè non mi guarda con occhi languidi da quadrupede pentito e io cedo…sempre!!

Ora che ci conosciamo vi posso anche confidare un segreto… sto imparando piano piano a cucinare dei piatti presentabili e commestibili ed è ora che vada a preparare il nuovo esperimento culinario perchè è già ora di cena…

Valeria

Il bambino chiama la mamma e domanda: / "Da dove sono venuto? / Dove mi hai raccolto?" / La mamma piange e sorride, / stringe al petto il suo bambino e dice: / "Eri un desiderio dentro al cuore."

1 Comment

  • Rispondi marzo 13, 2013

    Gallocedrone

    Cos’hai preparato di buono?

Leave a Reply